Tag Archives: pokémon

Pokemon: da videogioco “casual” a E-sport

Sembra strano a dirsi ma i videogiochi della serie Pokemon ne hanno fatta di strada dal loro storico primo capitolo, facendo impazzire il mondo con i loro adorabili mostriciattoli passando da gioco fatto uscire per salvare un’azienda dal proprio declino a diventare un vero e proprio e-sport praticato in tutto il mondo. Ma andiamo con ordine. Il primo capitolo, Pokemon rosso e verde, esce nel 1996 e fin da subito conquista il mercato delle console portatili dell’epoca, portando poi la Nintendo all’acquisto della società che creò il gioco, la Game Freak, e quindi alla creazione di nuovi titoli: ad oggi ne possiamo contare 25 titoli( spin-off esclusi), che quest’autunno diventeranno 27 con l’uscita dei nuovi episodi della serie, Sole e Luna.

Il protagonista dei primi videogiochi è un ragazzo di Biancavilla (il videogiocatore), compaesano del Professor Oak, un noto ricercatore di Pokemon nonché inventore del Pokedex, un’enciclopedia elettronica che memorizza e rivela le informazioni riguardanti tutti i Pokemon incontrati o catturati. Il videogiocatore si assume il compito di aiutare il Professor Oak a completare la lista dei 151 Pokemon presenti nella regione di Kanto (basato sull’omonima regione giapponese), tentando di anticipare il suo rivale (vicino di casa del protagonista e nipote dello scienziato), a cui è stata affidata la stessa missione. Per aiutare i due giovani a svolgere il loro compito, Oak permette loro di scegliere un Pokemon iniziale che li accompagnerà nel loro viaggio alla ricerca di nuove specie di Pokemon.

Ovviamente nei giochi successivi lo scopo del gioco è rimasto invariato, ovvero completare il Pokedex catturando tutti i Pokemon presenti nel gioco mentre si prosegue nella storia del gioco che si conclude solitamente con la vittoria del giocatore nella Lega Pokemon e della sua nomina a campione di questa . Attualmente il numero totale di Pokemon ammonta a 719 suddivisi in 6 generazioni ( in base al numero di videogiochi usciti in “coppia”) ognuno con un proprio “tipo”, come per esempio acqua, fuoco, erba etc…per un totale di 18 tipi (un pokemon ne può possedere al massimo 2), ed un proprio set di mosse con cui combattere. E qui veniamo alla parte che ha reso competitivi i videogiochi Pokemon: i combattimenti.

 

                 

Schermate del gioco di una battaglia e delle info del Pokemon in X e Y

 

Il fulcro centrale del gameplay si basa sulle lotte tra Pokemon che possono avvenire o contro Pokemon selvatici che l’allenatore incontra lungo le sua strada ( che dopo averli indeboliti può catturarli ed aggiungerli al suo team) o contro altri allenatori come lui che lo sfidano. Vincendo le lotte i Pokemon che hanno combattuto ricevono dell’esperienza che andrà a potenziarli fino a farli salire di livello ( il cap è 100) così da aumentargli le statistiche e a fargli imparare nuove mosse ed eventualmente evolvere in creature più potenti. Le lotte possono avvenire in diverse modalità: 1 Vs 1, 2 Vs 2 etc….e la battaglia continua fino a quando i Pokemon dell’avversario non sono andati tutti k.o (una squadra può essere di massimo 6 Pokemon).

Grazie a questa tipologia di gameplay i videogiochi della serie Pokemon sono diventati e-Sport, soprattutto per il concetto di creare la propria squadra partendo da 0, quindi allevando e potenziano i propri Pokemon fino a farli diventare delle vere e proprie macchine da combattimento in grado di sbaragliare qualsiasi avversario gli si ponga davanti.

Appuntamento alla prossima settimana con nuove notizie sul mondo Pokemon E-sport.

Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi i cookie sul tuo dispositivo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close