Tag Archives: eSports

ITeSPA e Personal Gamer portano l’Italia all’8 eSports World Championship!

Ci siamo, come direbbe un grande telecronista di calcio:”Chiudete le valigie amici, si va a Giacarta!”, le qualifiche nazionali Personal Gamer organizzate da ITeSPA si sono appena concluse, il sipario momentaneamente si abbassa, i giocatori festeggiano una impresa che dovrà essere ricordata ancora per tanti anni.

Per la prima volta nella storia italiana una rappresentativa, composta da 11 atleti, 1 giornalista e 1 dirigente ITeSPA, partirà alla volta dell’Indonesia, destinazione Giacarta, per partecipare all’8 eSports World Championship che si terrà all’interno della manifestazione TAFISA World Games, organizzato dall’International eSports Federation (IeSF) che vedrà la partecipazione di più di 500 giocatori provenienti da tutto il mondo.

14079949_1181923541863797_6786998936986001348_n

ITeSPA e Personal Gamer hanno lavorato in sinergia per rendere tutto questo possibile, dapprima, attraverso delle selezioni online per tutti e tre i titoli (League of legends, Counter Strike: Global Offensive e Hearthstone) e poi attraverso una vera e propria finale lan, organizzata nella sala lan di recente apertura, LevelUp, all’interno del magnifico contesto dell’Hotel Laurence *** a Roma.

La finale lan ha visto la partecipazione di 12 atleti, che si sono dati battaglia, a colpi di mouse e tastiera, per ottenere il pass per il mondiale.

Per quanto riguarda Counter Strike: Global Offensive, a sorpresa gli ExAequo Italia Multigaming, arrivati in finale tramite loser bracket e con diverse riserve a disposizione, hanno dato spettacolo e sono riusciti a ribaltare il game di svantaggio iniziale, proprio contro i TeS Gaming che avevano invece dominato la fase online ma che si sono dovuti arrendere per 3-1, nella fase finale, rinunciando al sogno di poter rappresentare l’Italia all’8 eSports World Championship.

Va tuttavia, evidenziata la straordinaria correttezza, sportività e partecipazione di tutti e due i team che hanno dato vita ad un vero e proprio spettacolo, sia dal vivo, che tramite streaming, quest’ultimo trasmesso sui canali ufficiali di Personal Gamer e grazie allo straordinario contributo di una grande squadra di tecnici e operatori, anche presenti in sala, che hanno permesso di mandare in onda una diretta in 4K per la prima volta in Italia.

14199734_1083762508366107_673635340185397971_n

Gli ExAequo Italia Multigaming, strappano il pass per Giacarta!

L’altra importantissima finale di giornata, quella di Hearthstone, ha visto scontrarsi ancora una volta DMTK – ZargonTeS Gaming – Pelat, i due giocatori hanno dato vita ad un match davvero entusiasmante, ricco di colpi di scena ed emozioni per chi era presente alla Sala Lan LevelUp e per chi seguiva l’evento in streaming sui canali ufficiali, Zargon si presentava all’evento da assoluto favorito, avendo avuto un ruolino di marcia davvero incredibile, stravincendo il winner bracket della fase di qualificazione ed arrivando in finale con la voglia di portarsi a casa il pass per Giacarta, dall’altra parte Pelat, dopo una straordinaria rimonta nel loser bracket, era riuscito a giungere alla finalissima di Roma con grandi aspettative.

ITeSPA-Nazionale Personal Gamer_00004

Zargon e Pelat sorrisi e divertimento per questi due straordinari giocatori!

La finale si è messa subito sui binari giusti per Zargon che ha vinto il primo game in modo a dir poco rocambolesco, a quel punto Pelat non è riuscito a trovare il bandolo della matassa ed ha dovuto cedere le armi anche nel secondo game per via dell’impressionante #curvestone dell’avversario che con l’Hunter si conferma a dir poco fenomenale, nel terzo ed ultimo game della serie, Pelat ha provato il colpaccio ma si è dovuto arrendere, ancora una volta ad un clamoroso effetto dello Yogg Sauron, carta RNG, che grazie ad una combo particolare (astral communion e successivamente divine favor), è riuscito a pulire l’intero campo avversario, dando al giocatore dei DMTK un vantaggio veramente non indifferente che gli ha permesso di chiudere la serie in pochi minuti, siglando il tabellino sul definitivo 3-0.

DSC_0011

DMTK – Zargon strappa il pass per l’Indonesia!

Ancora avvolta nel mistero invece, la nazionale di League of legends, a seguito della rinuncia dei NxG, la finale non si è disputata in lan ed i giocatori saranno rivelati nei prossimi giorni tramite canali ufficiali di Italian eSports Association.

Come ci fa sapere il TOP sponsor della competizione: Personal Gamer, al rientro dall’eSports World Championship, il team italiano parteciperà alla Milan Games Week che si terrà dal 14 al 16 ottobre a Fieramilano City, dove i giocatori daranno vita ad uno Showmatch ed incontreranno oltre 130000 spettatori provenienti da tutto il mondo!

13873210_10154349087429134_6676602427883361066_n

Milan Games Week organizzata da Personal Gamer! Foto da https://www.facebook.com/PersonalGamerArena/?fref=ts

Con la chiusura della fase di qualificazione per la nazionale, ultimo atto di questo straordinario evento è stata la conferenza stampa, indetta da Italian eSports Association e Personal Gamer, tenutasi nei locali della Sala Lan LevelUp, all’interno dell’Hotel Laurence***, il giorno 5 settembre 2016.

nazionale

Immagine della postazione conferenza stampa

Diverse persone presenti in sala e alcuni giornalisti accreditati che hanno dato risalto mediatico all’evento, oltre a riveste online tematiche e diversi miei colleghi che hanno contribuito con domande e richiesta di informazioni varie.

In rappresentanza di Italian eSports Association il presidente Paolo Blasi, seduto nel centro, alla sua destra il Project Manager di Personal Gamer (Gruppo Fandango Club) e alla sua sinistra Alessio Zucchelli (Direttore Sala Lan LevelUp).

ITeSPA-Nazionale Personal Gamer_00022

Inizio conferenza stampa

Durante la conferenza stampa si sono discussi gli ordini del giorno, annunciati i titolari ufficiali ed è stata presentata la divisa ufficiale della nazionale Personal Gamer.

ITeSPA-Nazionale Personal Gamer_00024

Divisa ufficiale nazionale Personal Gamer

Nella sessione di domande libere è stato chiesto quali fossero le reali possibilità di questa nazionale per l’8 eSports World Championship, la risposta è stata pressocchè unanime:”L’Italia non partirà per l’Indonesia con l’intento di partecipare ma l’obbiettivo è Vincere!”.

14079715_1077039775705047_1437697536944643828_n

Non rimane dunque che augurare buona fortuna a tutti gli atleti che partiranno alla volta dell’8 eSports World Championship per rappresentare l’Italia in una competizione internazionale davvero importante!

Un ringraziamento doveroso a tutte quelle realtà che hanno reso tutto questo possibile:

Spero di non aver dimenticato nessuno, nel caso mi scuso anticipatamente, inoltre un doveroso ringraziamento a tutte le persone che hanno contribuito a rendere tutto questo possibile e che hanno lavorato con serietà e dedizione, risolvendo con professionalità tutti i problemi che si sono susseguiti durante queste qualifiche nazionali.

Un saluto a tutti e rimanete sintonizzati, tante novità nel prossimo futuro!

 

 

 

 

 

***COMUNICATO STAMPA*** Conferenza stampa per la presentazione della Nazionale Personal Gamer 2016/2017

Immagine

COMUNICATO STAMPA

Conferenza stampa di Italian e-Sports Associations e Personal Gamer per la presentazione della Nazionale Personal Gamer 2016-2017

In occasione della fase finale del Torneo di qualifica per la Nazionale Personal Gamer, Italian e-Sports Association organizzerà una conferenza stampa per la presentazione dei titolari delle prime Nazionali in Italia di League of Legends, Counter Strike: Global Offensive ed Hearthstone il giorno Lunedì 5 settembre alle ore 10:30 presso la Sala LEVEL UP c/o Hotel Laurence, in via Pietro Baragiola a Roma.

Il programma sarà il seguente:

Presentazione: Italian e-Sports Association, Personal Gamer, Sala lan LevelUP, Hotel Laurence, International e-Sports Federation, Movimento Sportivo Popolare Italia;

Annuncio titolari ufficiali Nazionale Personal Gamer 2016 – 2017;

Programma di viaggio per l’8° eSports World Championship nel contesto del 6TH TAFISA World Sport for All Games;

Presentazione Maglia ufficiale per la Nazionale Personal Gamer all’ 8° eSports World Championship;

Sessione domande libere.

Dalle 10:30 alle 12:00 sarà a disposizione di tutti i presenti alla conferenza stampa un ricco buffet offerto dallo Staff dell’Hotel Laurence.

Le tre squadre saranno chiamate a rappresentare l’Italia durante l’8° eSports World Championship in Indonesia dal 6 al 9 di ottobre 2016 e in numerosi altri eventi di e-Sports nazionali ed internazionali.

Informazioni:

ITeSPA Facebook: www.facebook.com/ITalianESPortsAssociation/
ITeSPA Sito Ufficiale: www.itespa.it/
Sport Elettronici: www.sportelettronici.it/
MSP Italia: http://www.mspitalia.it
Personal Gamer Facebook: www.facebook.com/PersonalGamerArena/
Personal Gamer Sito Ufficiale: www.personalgamer.it/
Hotel Laurence sito ufficiale: www.hotellaurence.com
LevelUP Sala lan: www.leveluproma.it
6TH TAFISA World Sport for All Games:  http://www.tafisa.net/pdfs/wsfa2016/2016GamesAnnouncementFlyer.pdf

Il doping rappresenta un problema per gli eSports?

seguici-su-facebook-01

Sia che si parli di sport tradizionale che di sport su PC o console, l’abuso di droghe appare essere una vera e propria costante.

All’inizio ho pensato che l’utilizzo di droghe da parte di professionisti nel campo dell’eSports fosse una cosa alquanto ridicola, tuttavia ho scoperto che ci sono alcuni farmaci che possono aiutare a migliorare le prestazioni anche per gli sportivi da tastiera. Questo mi ha incuriosito e così ho deciso di fare alcune ricerche…

Ho scoperto che qualsiasi farmaco o sostanza che ti permette di “pensare più veloce” o avere i riflessi maggiormente sollecitati, può essere fondamentale per il videogiocatore per migliorare le proprie prestazioni in modo esponenziale.

La caffeina ad esempio non è una vera e propria droga, ma è una sostanza che può alterare il normale equilibrio psicofisico dell’individuo e può in qualche modo migliorare le prestazioni anche a livello eSportivo.

Aziende del calibro di ESIC e WESA, non si riferiscono alla caffeina quando parlano di “doping“.

Queste grandi organizzazioni antidoping, da anni si battono per combattere l’utilizzo di sostanze proibite, quali: adderall, cocaina, metadone, epo ecc…, tuttavia l’utilizzo di queste sostante illecite è ancora molto diffuso e stratificato all’interno del panorama sportivo di ogni disciplina.

Per quanto riguarda il mondo dell’eSports il problema delle droghe e del doping sembra essere fortunatamente poco diffuso, tuttavia si registrano casi come quello del player Kory “Semphis” Friesen, che ha dichiarato che durante alcune competizioni ufficiali ha fatto uso di Adderall per migliorare le proprie prestazioni.

Anche in altri sport della mente, tipo gli scacchi, il problema del doping sembra essere diffuso, ma in quest’ultimo caso, essendo i motori diventati più forti dell’uomo è stato ampiamente superato, per far posto alla questione, molto più problematica, del cheating informatico che influisce sensibilmente sulle prestazioni dei giocatori di scacchi e ne altera le prestazioni nel bene o nel male.

Per l’eSports dunque il problema delle droghe esiste, ma è fondamentalmente ancora marginale, tuttavia, esistono alcuni difensori della purità dell’eSports che sostengono che il problema non sussista e che gli eSports siano “sani” sotto tutti i punti di vista.

In un tweet il popolare caster “Thorin” ha affermato che il problema del doping negli eSports è semplicemente un “problema immaginario” e che non bisogna preoccuparsi troppo.

thorin

Personalmente ritengo che prevenire è meglio che curare, non vedo niente di male nel fare delle campagne di sensibilizzazione sulla questione doping nel mondo degli eSports.

Non si possono tuttavia fare delle considerazioni troppo selettive su questo argomento, il problema del doping esiste ed è un problema concreto anche se nel campo degli eSports come si è detto ricopre ancora un ruolo marginale o quantomeno è difficile scoprirne l’uso di sostanze dopanti, essendo tutte le attività svolte online.

Il problema del doping deve essere combattuto al pari del cheating informatico e dell’hacking con assoluta fermezza, bisogna prenderlo in tempo prima che possa diventare un problema più grande e meno gestibile da parte di tutte le organizzazioni internazionali.

Per poter far fronte a questo problema, oltre alla prevenzione, bisogna partire dal basso, bisogna insegnare ai membri dei team che l’uso di queste sostanze è pericoloso e mina la sanità della competizione che il pubblico vuole vedere e danneggia l’immagine del movimento eSportivo a tutti i livelli.

I migliori giocatori al mondo, le migliori organizzazioni videoludiche professionistiche, dovrebbe collaborare al fianco degli enti preposti al controllo antidoping per prevenire questo tipo di fenomeni.

Il lavoro è tanto ed è il fenomeno fortunatamente è ancora contenuto, ma attenzione, non sottovalutiamolo.

Voi cosa ne pensate? Lasciateci un commento :)!

 

La Snai quota gli eSports…con le sue modalità!

Il Betting eSportivo sta diventando sempre più realtà nel nostro paese e la SNAI ha deciso di cogliere la palla al balzo iniziando a quotare le maggiori competizioni di League of legends e Dota 2.

Un nostro lettore tuttavia ci ha scritto evidenziando le perplessità e le problematiche di questo nuovo sistema di betting.

Salve ITeSPA sono Marco (nome di fantasia),

Dallo scorso week-end gli E-Sports sono entrati nel palinsesto delle scommesse da parte della SNAI, notizia che ha fatto piacere sia al movimento italiano sia a chi, come me, piace piazzare una scommessa e contemporaneamente giocare a qualche titolo competitivo in maniera amatoriale.

Incuriosito, vado da un mio amico gestore di un punto SNAI e, avendo delle postazioni per i clienti, vedo il primo palinsesto dedicato alle competizioni eSportive dove son quotate: il Manila Major di Dota2 e i campionati di Corea, Europa e Nord America di League of Legends.

Conoscendo il panorama di LoL e avendo info su come stia andando il torneo di Dota, piazzo la prima scommessa ossia:

Dota 2: Newbee – Fnatic 1

LCK: KT Rooster – Afreeca 1

LCS EU: Splyce – Schalke 04 0-2

LCS EU: H2K – Giants 1

LCS EU: Fnatic – Unicors of Love 2-0

Vado alla cassa per stampare la bolla e pagare, ma è qui che trovo la prima sorpresa, ossia che la scommessa non è stata accetta perché non è possibile scommettere su due sport differenti, per farvi un esempio pratico, è come se non posso betterare contemporaneamente su calcio e basket.

Contrariato, accetto la decisione e faccio una seconda bolla sperando che questa volta vada a buon fine e decido di fare solo risultati esatti ma il palinsesto da poche scelte e quindi finisco per chiudere la scommessa in questo modo

LCS EU: Splyce – Schalke 0-2

LCS EU Fnatic – Unicors of Love 2-0

LCK: KT – Afreeca 2-1

LCK: Entus – Jin Air 0-2

Confermo la scommessa, ritorno alla cassa e anche stavolta mi trovo una doccia fredda perché per la seconda volta non è stata accettata perché non è possibile la giocata multipla sul risultato esatto di due campionati differenti.

Usando un secondo esempio pratico, non è possibile scommettere contemporaneamente sul risultato esatto di Real – Barcellona e Milan – Inter.

Deluso chiedo al gestore quali sono le possibili scommesse che si possono fare e dopo vari tentativi le tipologie accettate sono solo 3 ossia:

Singola su un evento (Es. H2K – Giants 1).
Multipla su risultato esatto di un solo campionato ( Es Splyce – Schalke 0-2 e Fnatic – Unicors of Love 2-0).
Multipla sul Testa a Testa singolo campionato. 

Amareggiato, decido di abbandonare l’idea per questa settimana anche perché le quote son di un valore misero per piazzare una multipla specie per i Testa-Testa (ovviamente nulla vieta di scommettere sulla vittoria Giants quotata 4,05) e rinvio alla prossima settimana.

In generale la strada percorsa da SNAI è buona, far conoscere al grande pubblico un universo inesplorato come quello degli E-Sports crea un forte impulso per la scena competitiva, specie quella italiana.
Vero che siamo solo agli inizi, ma limitare le scelte e il palinsesto a pochi eventi, risulta essere veramente poco interessante dinanzi agli occhi dello scommettitore medio.

Per me l’obbiettivo deve essere quello di aumentare gli eventi e accettare modalità già presenti nelle scommesse sportive, questo permetterà di creare i presupposti per un aumento dell’interesse verso gli E-Sports.

(Lettera firmata)

ITeSPA ci tiene a ricordare che il betting può creare dipendenza e pur condividendo le parole del nostro lettore non possiamo che invitarlo a moderare le sue giocate.

ESports e NFL : un matrimonio che non s’ha da fare

Le recenti entrate in scena di team sportivi europei all’interno dell’e-sport, come Schalke 04 e Valencia, ha centrato l’interesse dei media verso il panorama competitivo Esportivo, specie negli Stati Uniti, dove la domanda sul perchè ancora nessun team abbia ancora investito nel settore degli sport elettronici, lasci molte persone perplesse.

Non posso sponsorizzarti, lo dice il Regolamento

Un motivo per cui questo matrimonio non è ancora avvenuto in NA è la NFL, ossia la National Football Association, la federazione più importante di football americano: l’articolo 3, comma 2, lettera B, del Regolamento NFL, cita testualmente:

The member club shall be held in a separate corporation, partnership, or trust (the “Football Company”), the primary purpose of which shall at all times be and remain the operation of a professional football team as a member club of the League, which such primary purpose shall not be changed, and the only material asset of which shall be the member club;”

Tradotto utilizzando termini più volgari, si può riassumere il tutto in:
“Un organizzazione che ha un team all’interno della NFL, non può avere altri obbiettivi esterni al football (ergo non ha la possibilità di poter sponsorizzare altre organizzazioni sportive)”

Quindi, facendo un esempio, mai vedremo i Dallas Cowboys sponsorizzare e/o aiutare i Dallas Mavericks (NBA) o i Texas Rangers (MLB)

Il caso Miami Dolphins

Un mese fa, quando la LCS NA fu invasa dallo scandalo dei mancati pagamenti ai dipendenti, la franchigia dei Maimi Dolphins aveva mostrato il proprio interesse a entrare nell’universo Esports, interesse che è scemato proprio a causa del caos che si viveva in quel periodo.
Caos che viene descritto da Jason Lake dei CompLexity come mancanza di management dei team Esportivi auspicando che tale assenza fosse colmata dall’arrivo di manager dell’ambiente sportivo.

Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi i cookie sul tuo dispositivo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close