Tag Archives: Esl

E-Sports e TV: l’inizio di una forte unione!

L’esempio della TBS con la diffusione della E-League di Counter Strike: Global Offensive sta portando i suoi frutti e su questa strada molti broadcaster, stanno iniziando a trasmettere eventi legati all’universo competitivo.

All’inizio fu la BBC
3_1448543574_3_1412932952_3_1371169288_Screen shot 2013-06-13 at 20.37.00

Ancor prima della TBS, gia qualcuno aveva intuito che gli E-Sports potessero attirare audience e infatti l’anno scorso la BBC tramite il suo canale online BBC Three ha trasmesso in diretta i quarti di finale delle World Championship di League Of Legends che si stavano svolgendo a Londra, raccogliendo buoni consensi sia dalla comunità gamers che in termini d’audience iniziando cosi quello che diventerà un forte binomio.

La E-League batte gli Sport

L’annuncio del nuovo torneo di CS:GO, la E-League, ha creato forti scossoni, non solo in ambito competitivo ma anche in termini televisivi infatti già dal suo debutto, il torneo realizzato dalla Time Warner è riuscito a battere non solo altri network che trasmettevano eventi E-Sports ma, dalla seconda settimana, anche eventi sportivi come la Major League Soccer e NHL come evidenziato da tale grafico.

CkC36b3WsAQFt9n


La ESL opera su due fronti

Il successo della Time Warner ha spinto altri competitors ad unirsi a broadcaster e/o produttori televisivi, questo è il caso della ESL, dove negli Stati Uniti ha chiuso un contratto con la Pilgrim MEdia Group per la realizzazione di un canale totalmente dedicato agli ESport e nel contempo ha annunciato che le fasi finali della ESL ONE di Francoforte del 19 Giugno ( torneo dedicato a DOTA2 ) saranno trasmesse in diretta free sul canale Sport1 di proprietà della EM-TV.

PilgrimMediaGroup-1000x600

Sky Uk avra un canale E-Sports

Dulcis in fundo arriva da Londra tramite il The Guardian  che SKY UK assieme a ITV avrà nel suo pacchetto TV la possibilità di trasmettere gli E-Sports H24 attraverso il canale Ginx Esports TV.

ESL India Premiership: L’India entra negli Esports

Il panorama competitivo non è solo Europa o Corea del Sud per fare degli esempi, ma anche tante piccole realtà che contribuiscono allo sviluppo e alla diffusione degli Esports, un esempio è l’India

“Quattro tornei per incrementare la popolarità”

statistics_image__1_-1024x473

Nei scorsi giorni la ESL , in collaborazione con la Nodwin Gaming compagnia leader nello svillupo del Egaming indiano, ha dato vita al primo campionato nazionale di Esports denominato ESL India Premiership dove gia dal 16 Maggio, più di 3000 tra team e single player indiani si sono sfidati per conquistare uno dei 16 posti disponibili per i tornei di Counter Strike: Global Offensive , Heartstone, Dota2 e JustDance 11 con montepremi totale dei tornei pari a 65000$
Ralf Reichert (Director Manager ESL) ha dichiarato a Talkesport , come la compagnia sia eccitata ed esaltata nell’organizzare tale evento con la speranza che il mercato indiano possa diventare uno dei piu importanti della regione asiatica

“I giocatori di Esports sono famosi nel mondo….tranne in India”

Sempre sulle colonne di Talkesport, Akshat Rathee (CEO Nodwin Gaming) ha dichiarato che i giocatori di Esports sono celebrati e famosi in tutto il mondo e hanno fatto di un passione un lavoro, cosa che non accade in India e lo scopo della EIP è quella di far in modo che players indiani diventino ottimi atleti ma anche famosi.
Dopo il SudAfrica con l’entrata nell’ESEA una nuova community entra a far parte della grande famiglia degli Esports competitivi.

Clash Royale punta a diventare un riferimento negli Esports

Il panorama degli E-Sports è sempre alla ricerca di nuovi titoli per poter espandere il proprio universo, sia in ambiente PC/Console (esempio Overwatch) ma anche nell’ambiente dei dispositivi mobile, dove un titolo che sta facendo furore in questo periodo è Clash Royale della Supercell

PUNTIAMO AD ESSERE UN RIFERIMENTO

Gli sviluppatori di Clash of Clains , nel parlare di Royale, hanno affermato di come il titolo fosse adatto a creare tornei tra i Clan e tale struttura consente di poter avviare un processo volto a creare un ambiente competitivo a livello internazionale, dove ancora non esiste una vera competizione, di un titolo, che per stessa ammissione dei gestori, non ha una vera propria definizione di cosa possa essere e gli stessi sviluppatori della Supercell, ne parlano come se fosse un ibrido tra il gioco di gruppo di un MOBA e la strategia di un gioco di carte come HeartStone inserito su di una piattaforma “nuova” come quella dei dispositivi mobile

IL COMPETITIVO? C’E LA ESL MA E’ ANCORA POCO

Le mire degli sviluppatori finlandesi è quella di creare un vero campionato mondiale, in modo da diventare un riferimento nel panorama competitivo ma attualmente la situazione e molto variegata dove alla base di tutto c’è la ESL, che sta sviluppando alcuni tornei basati sul 1 vs 1 ma per parlare di Team siamo ancora a livelli embrionali come sta accadendo in Spagna dove esiste un vero campionato organizzato dalla Liga Virtual Professional
In Italia? In questo periodo non esiste una vera competizione ufficiale ma vari tornei casual organizzati dai clan, ma si spera che col passar del tempo e con lo sviluppo del game, quest’ultimo possa diventare un titolo importante della scena italiana, secondo voi può diventarlo?

Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi i cookie sul tuo dispositivo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close