Siglata intesa IESF ed AESF

L’annuncio della settimana scorsa con una diretta online del 31 marzo 2020 ha segnato l’accordo ufficiale tra l’International Esports Federation e l’ Asian Electronic Sports Federation. Due organizzazioni internazionali che non solo trovano la sintesi su di un percorso comune ma che lo fanno in un periodo difficile al livello mondiale per la presenza di una pandemia.

In tempi difficili e di limitazione ai contatti interpersonali molte delle attività pubbliche come le attività sportive hanno avuto un ragionevole stop. Anche in questo frangente gli esport dimostrano, ancora una volta, l’incredibile versatilità che li caratterizza.

Il 31 marzo 2020 alle ore 19:00 CET, il Presidente dell’IESF, Colin Webster, e il Presidente dell’AESF, Kenneth Fok, hanno presieduto la cerimonia online per la sigla del Memorandum d’intesa (MOU) a favore di un rapporto formale di collaborazione per la promozione e lo sviluppo degli esport a livello globale e nel continente asiatico. In base a questo memorandum, l’IESF riconosce l’AESF come l’unica federazione per gli esports in Asia. Dall’altro lato la sigla da parte dell’AESF è relativa al riconoscimento dell’IESF come l’unica federazione internazionale per di esports.

Molte sono le conseguenze di un tale accordo si tratta infatti di un passo significativo per tutti gli atleti di esport asiatici che avrà anche un impatto anche a livello globale. Infatti ci si aspetta che anche altre federazioni continentali facciano parte di questa alleanza lavorando collettivamente nell’interesse degli atleti, essendo la salvaguardia e la protezione degli attori del mondo esports una priorità assoluta. Questo memorandum unisce sotto un unico ombrello tutte le Associazioni e Federazioni affiliate alle rispettive organizzazioni, confermando così una struttura chiara e trasparente per gli esport al livello globale.

Per molti degli atleti esport la sigla dell’accordo tra l’IESF e l’AESF potrebbe essere solo l’ennesimo passo “burocratico” legato ad alcune organizzazioni e slegato da quello degli atleti stessi.  Una passo che di fatto al momento non cambia alcun che di pratico per quanto riguarda le attività in buona parte dei Paesi nei quali di pratica esports. Invece lo scopo dell’ IESF è quello di puntare sul percorso ufficiale che possa portare un tangibile cambiamento in ogni singola organizzazione affiliata. Il motto da cui si è partiti è stato : “dagli atleti per gli atleti”, lo scopo è sempre quello di tutelare le giuste aspettative di chi compie attività del tutto assimilabili a quelle sportive. Personalmente sono anni che seguo le attività legate agli Sport Elettronici e da più parti, in Italia ma anche all’estero, si sente l’esigenza di superare determinate mancanze con regolamentazioni sviluppate da chi per anni si è dedicato a queste attività. La meta è sempre più vicina e questo è un importante passo nella direzione del traguardo.

Paolo Blasi – Presidnete Italian e-Sports Association

L’annuncio è stato seguito anche da diverse testimonianze di interesse da alcuni editori come Konami ma anche da realtà sportive come GAISF. Tutto questo a supportare che la strada intrapresa è quella giusta da ambo le parti; capace di unire sotto l’interesse degli atleti sia il lato sportivo che quello degli editori.

In particolare il percorso del riconoscimento sportivo internazionale (ed a ricaduta quello nazionale, che seguirà) non avrà una gestazione ancora molto lunga. Il riconoscimento delle Federazioni Continentali è uno dei passi indispensabili affinché anche localmente si possa avere una governance capaci di far sviluppare gli esport in modo armonioso tra le differenti realtà.

In questo senso ci sembra di particolare rilievo la dichiarazione del Presidente di GAISF RAffaele Chiulli che esalta questo percorso come meritorio per avere un quadro maggiormente solido nell’ambito internazionale e poi locale.

Di seguito alcune dichiarazioni ufficiali:

“Il MOU tra l’IESF e l’AESF rafforza ulteriormente la posizione dell’IESF come unica vera federazione internazionale per gli esport. L’IESF è stata fondata nel 2008 e oggi è la più grande federazione internazionale del suo genere ed è riconosciuta come leader nel suo settore. Il MOU rafforza così la posizione dell’IESF e quella dell’AESF. Insieme, le due federazioni in sinergia garantiranno un maggior grado di coinvolgimento e di competenza, oltre a garantire lo sviluppo e il riconoscimento degli esport come sport”.
Colin Webster – Presidente IESF

“Sono sicuro che la partnership oggi è abbastanza forte da unire la comunità degli esport, inclusi gli editori, le organizzazioni e soprattutto i tutte le organizzazioni del settore. È anche rivoluzionaria in quanto apre la strada a una migliore collaborazione e cooperazione a favore dell’International Esports Federation (IESF) e dell’Asian Electronic Sports Federation (AESF). Questo è un giorno emozionante per noi e non vediamo l’ora di poter annunciare nuove iniziative da questa partnership. Infine, colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che vi hanno partecipato”.
Kenneth Fok – Presidente IESF

“Gli esport stanno diventando sempre più importanti nella cultura tradizionale, la necessità di strutture di governance, programmi educativi e percorsi di sviluppo rilevanti per sostenere la crescita a livello globale è essenziale per garantire il benessere e l’integrità di tutti coloro che partecipano, promuovendo comportamenti sani e positivi. Lo spirito dei giochi deve essere prima di tutto e soprattutto.
Il rapporto più stretto tra l’IESF e l’AESF fornirà la credibilità e la legittimità di queste attività, e noi incoraggiamo le altre federazioni continentali a far parte di questa famiglia in crescita”.
Sua Altezza lo Sceicco Sultano Bin Khalifa Al Nahyan – Membro del Board dell’IESF

“Oggi segna una significativa e importante pietra miliare nell’evoluzione e nello sviluppo degli esportatori. L’unità tra l’IESF e l’AESF rafforzerà le fondamenta del continente asiatico – dalle associazioni nazionali a tutte le parti interessate, compresi gli atleti, gli editori e gli organizzatori di eventi. Inoltre, invierà il messaggio globale che gli esports sono uniti, e uniti possiamo, con rispetto e inclusione, svilupparci ulteriormente a beneficio delle persone che giocano. Sono onorato di unire formalmente le forze con Mr. Fok, Mr. Lau e il team AESF, persone che condividono la nostra passione e la nostra professionalità. Grandi cose stanno arrivando”.
Vlad Marinescu – Vice-Presidente IESF

“Questa partnership con l’IESF è una pietra miliare fondamentale nell’ambito del nostro piano strategico per sviluppare e sostenere la crescita degli esport a livello globale. Lavorando insieme a tutti i membri, gli editori, gli atleti e gli stakeholder, siamo fermamente convinti che debba essere sostenibile e che debba essere in grado di creare un solido ecosistema in cui la nostra comunità esport possa crescere collettivamente. Credo fermamente che con l’aiuto dei nostri partner dell’ IESF che condividono la stessa visione, questi obiettivi sono assolutamente alla nostra portata”.
Sebastian Lau – Direttore Generale dell’ AESF

La cerimonia e la sigla del memorandum è stata trasmessa in diretta su diverse piattaforme sociale e di web stream:

Comments

comments

Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi i cookie sul tuo dispositivo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close