La UEFA apre agli esports!

Aprile 2017 è stato segnato come un mese incredibilmente ricco di notizie in merito al connubio tra esports e sport. Giorno dopo giorno la nostra attenzione è richiamata verso sensazionali novità in merito a ufficializzazioni e ingressi nel mondo degli Sport Elettronici. La notizia in questo caso non è del tutto nuova (risale infatti a fine marzo 2017 ndr) la UEFA 
(Union of European Football Associations)
 ha ufficializzato l’offerta pubblica per i diritti di gestione delle sue competizioni relative a tre titoli videoludici con un consistente “pacchetto di diritti”.

Ferraro, Lupi e Barba con la prima maglia azzurra del Fury Gaming

E dopo gli annunci in merito ai Giochi d’Asia che hanno scosso profondamente la comunità epsorts, si passa ad un ennesimo annuncio storico. La grossa apertura verso gli esports da parte di una delle Confederazioni Sportive più grandi d’Europa! Giusto per dare l’idea dell’impatto di questa notizia ricordiamo che la UEFA è una (delle sei) Confederazione affiliata alla FIFA (Fédération Internationale de Football Association) ed è la più grande e ricca. La UEFA rappresenta tutte le federazioni calcistiche d’Europa (ed alcune altre extra-europee ndr).

Molto probabilmente è anche questo che ha segnato il repentino ingresso, registrato negli ultimi mesi a questa parte, delle nostrane Società Sportive di calcio (ma anche di tanti altri Club Europei ndr). Abbiamo visto “aprire le danze” alla U.C. Sampdoria sino all’ultimo, solo in ordine temporale, annuncio del Genoa FC passando per AS Roma ed Empoli FC.

Tornado alla notizia le tre categorie previste sono dirette esclusivamente a società “adeguatamente referenziate” che si possano proporre per i seguenti titoli:

  • Official football simulation game and associated eSports rights;
  • Official football management games;
  • Football related casual games and associated eSports rights.

In precedenza la UEFA aveva ceduto i diritti per le competizioni all’ Electronic Arts per i Campionati Europei nel 2012 (su titolo FIFA) mentre la diretta concorrente, la Konami Digital Entertainment, si aggiudico i diritti per Euro 2016 sulla serie Pro Evo (Pro Evolution Soccer – PES). Nel 2015 la Konami riusci a strappare un’estensione triennale per la Champions League ed Europa League sempre su PES. Konami ha anche annunciato il suo circuito PES League – Road to Cradiff nel dicembre 2016 con i diritti UEFA Champions League. Ma la notizia che andiamo a commentare oggi parla dei diritti di tutte le competizioni per Club e di quattro, su le nove esistenti, per quelle riservate alle Nazioni della UEFA. In breve due “pacchetti” di diritti decisamente più corposi che potrebbero innescare veri e propri circuiti professionistici con un monopolio esclusivo della società aggiudicataria!

La formazione dell’ AS Roma eSports al suo esordio.

Sono state rilasciate anche informazioni in merito alle società che si occuperanno della selezione. La svizzera TEAM Marketing AG che si occuperà in esclusiva della gestione media marketing e diritti commerciali per le Competizioni per Club mentre la CAA Eleven Sàrl (anch’essa svizzera ndr) si occuperà di quelle relative alle Competizioni per Nazioni. Entrambe le società, ciascuna per il suo ambito di competenze, si occuperanno di seguire tutto l’iter: informazioni, commenti, domande circa la vera e propria candidatura e delle complesso delle proposte d’offerta fatte dalle singole software house candidate.

Per quanto riguarda la scadenza dei diritti acquisiti tramite il bando sono stati annunciati anche i termini specifici: 2018-2021 per le Competizioni per Club e 2018-2022 per le Competizioni per Nazionali (un caso che l’unico tra i titoli citato, dal Comitato Olimpico d’Asia per i Giochi d’Asia, come disciplina sportiva per il 2018 e 2022 fosse proprio FIFA della EA Sports? ndr). È anche stata annunciata nello specifico la lista di competizioni per le quali saranno rilasciati i diritti:

Competizioni UEFA per Club:
• UEFA Champions League
• UEFA Europa League
• UEFA Super Cup
• UEFA Women’s Champions League
• UEFA Youth League
• UEFA Futsal Cup

Competizioni UEFA per Nazionali:
• UEFA European Football Championship 2020
• UEFA Nations League Final Four 2019 and 2021
• UEFA European Under-21 Championship 2019 and 2021
• UEFA European Futsal Championship 2018, 2020 and 2022

I tempi per le candidature sono stati brevissimi poco più di 2 settimane per candidarsi e si sono chiusi per l’esattezza il 14 aprile scorso. Non è dato sapere, purtroppo per noi, quali società si siano candiate ma sarebbe del tutto plausibile che, visto il ricco bottino di diritti offerto, che nuove società si possano prevedibilmente proporre per affrontare i due colossi storici del settore sportivo simulativo. Infatti la simulazione sportiva negli ultimi mesi, con diversi annunci internazionali, si sta ritagliano un suo mercato sempre più grande a fianco dei colossi dell’ esport come: DOTA2, League of Legends, Counter Stike Global Offensive e StarCraft (i 4 titoli che hanno elargito il montepremi più alto al mondo nelle competizioni video-ludiche secondo esportsearnings.com).

Come mai tutto questo interesse? L’ascesa è repentina perché la crescita è costante e duratura, termini che fanno esaltare qualsiasi analista (anche se vende solo Penny Stock…)! Il punto è questo: nel 2016 i ricavi di videogiochi hanno generato più di 100 miliardi di dollari con le prime 25 società che si sono ritagliate una fetta di ben 70.4 miliardi di dollari dalla torta. La Cina con la sua società Tencent, la più grande società mondiale per i ricavi nel mercato video-ludico, ha generato 10.2 miliardi dollari, rappresentando quindi una quota del 10% del mercato globale. In una torta come questo tutti vogliono avere la propria fetta e quindi ci si prepara anche investendo sul mercato dei diritti!

Un mercato, quello del gaming competitivo, che sta letteralmente esplodendo negli ultimissimi anni! Non resta altro da fare che aspettare i prossimi annunci della UEFA, che arriveranno entro il 2018, per l’ufficializzazione della primo circuito di esport targato UEFA al quale aderiranno, si presume, molti Club! Di sicuro si preannuncia un’estate infuocata per quanto riguarda gli esports e il mercato di compravendita dei giocatori anche solo considerando le novità annunciate sino ad ora ma molte altre sicuramente bollono in pentola.

 

Comments

comments

Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi i cookie sul tuo dispositivo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close