I Forge vestiranno la maglia della nazionale Fastweb 2017

Lo scorso 29 settembre sul palco dello stand ASUS: Republic Of Gamers, durante la Milan Games Week, si è tenuta la finale assoluta delle qualifiche valide per la nazionale Fastweb 2017 che ha visto sfidarsi dal vivo il Team Forge e i Mkers in una bo3 che ha garantito spettacolo e trasmesso emozioni.

Percorsi diversi, destini incrociati

Se da una parte il Team Forge aveva ottenuto lo scorso giugno la qualificazione per la finale di Milano vincendo il torneo di qualificazione italiano del World Cyber Arena, organizzato da Italian eSports Association, per i Mkers il percorso è stato decisamente diverso e sopratutto tortuoso che li ha visti protagonisti nel torneo ad eliminazione diretta che ha garantito loro – dopo un drammatico 2-1 sugli WaterDogs – l’accesso alla finale.

Bisogna inoltre ricordare come in questi ultimi mesi entrambe le squadre abbiano cambiato associazione sportiva confluendo rispettivamente dagli YelloWTeeth nel Team Forge e dagli ExAequo nei Mkers.

Tuttavia entrambe le squadre si sono ritrovate, profondamente rinnovate, all’interno della Milan Games Week e più in particolare nello stand ASUS: Republic Of Gamers, dove oltre al nome hanno messo in mostra anche un nuovo look, sorprendendo gli spettatori presenti.

 Un inizio scoppiettante nonostante i forti ritardi

Pur con uno slittamento di oltre 90 minuti per l’inizio della finale tra Team Forge e Mkers, la partita ha regalato fin da subito forti emozioni.
Sulla prima mappa: Train, ad aprire le danze sono stati i giocatori del Team Forge che hanno saputo dominare il primo round di sole pistole conquistando il primo punto grazie ad una buona prestazione di Fabio “Epic” Micheli.

I Mkers non hanno saputo reagire adeguatamente al gioco solido e attento della formazione dei Forge che dopo appena cinque round hanno staccato gli avversari lasciandoli a zero.
Bisogna sottolineare inoltre la straordinaria prestazione di Guglielmo “Gugli” Carraro e Riccardo “Kimera” D’urso che hanno monopolizzato l’attenzione con giocate di altissimo livello che non hanno lasciato scampo ai Mkers.

Nei successivi round è stata buona la reazione dei Mkers che pur subendo un decisivo colpo psicologico hanno saputo mantenere la giusta concentrazione riuscendo a strappare i primi tre giochi alla formazione dei Forge.
Pur mantenendo un buon vantaggio, in questa serie di round i Forge sono apparsi decisamente meno in partita rispetto all’inizio dell’incontro, finendo per subire l’iniziativa avversaria ma riuscendo a risollevarsi dal vortice negativo grazie all’ottimo Marco “Forte” Sparker che ha contribuito a fissare il punteggio sul 7-3.

I Mkers hanno pagato l’avvio lento

Nonostante il tentativo di reazione da parte dei Mkers nei round precedenti, al “giro di boa” – passaggio da Counter Terrorist a Terrorist, ndr. – i Forge si sono portati con il vantaggio rassicurante di cinque giochi e con un punteggio favorevole di 10-5.
La formazione guidata da Simone “Simoz” Giovannini ha tentato nel finale di rimanere attaccata alla partita, riuscendoci e restando ancorata ad un punteggio che seppur severo sarebbe potuto essere assolutamente recuperabile.

Da terroristi i Forge sono saliti letteralmente in cattedra, bruciando i diretti avversari e vincendo uno dopo l’altro i primi quattro round iniziali di questa seconda fase di partita, solo il coraggio e la determinazione di Simone “Simoz” Giovannini ha permesso di evitare un altro parziale severo di 5-0.
Ancora una volta i giocatori del Team Forge hanno dimostrato di saper sfruttare qualsiasi momento di debolezza della formazione avversaria arrivando a strappare i primi quattro giochi con rapidità e determinazione per poi lasciare agli avversari ancora una luce di speranza non riuscendo ad evitare la sconfitta nel ventesimo round e fissando il tabellino sul rassicurante 14-6.

Dopo la scossa data dal proprio capitano la formazione dei Mkers è sembrata tornare prepotentemente in partita riuscendo non solo a strappare tre round alla formazione avversaria ma portandosi nuovamente a sole cinque distanze di lunghezza dagli avversari.
Nonostante tutto questo il Team Forge è riuscito a fissare il tabellino parziale sul 15-10, aggiudicandosi un round importantissimo ai fini della partita e del morale della squadra.

Prima mappa al Team Forge

Su quattro rigori il Team Forge è riuscito a segnare il secondo portandosi a casa, meritatamente, la prima mappa di questa finale della qualifiche valide per la nazionale Fastweb 2017.
Bisogna comunque sottolineare la buona prestazione dei Mkers che complice un avvio lento non sono mai riusciti a rientrare in partita ma hanno saputo rimanere attaccati al risultato fino alla fine.

Su Cobblestone inizio più equilibrato

L’inizio di questa seconda partita della finale valida per la nazionale Fastweb 2017 è stato decisamente più equilibrato a dimostrazione del fatto che la formazione dei Mkers ha saputo ritrovare la giusta concentrazione dopo la sconfitta subita durante il primo incontro, cosa assolutamente non scontata, considerato anche il contesto nel quale è maturata.
Per i Forge primi brividi ma anche estrema consapevolezza delle proprie qualità e dei propri mezzi che hanno loro garantito un leggero vantaggio in termini di round (3-2) da Counter Terrorist.

Ancora pochissima differenza tra il Team Forge e il team Mkers in questa seconda partita su Cobblestone.
La squadra capitanata da Guglielmo “Gugli” Carraro è sembrata comunque più solida nei momenti decisivi riuscendo a strappare due round ai suoi avversari e portandosi a condurre la partita con il parziale di 6-4.
L’ex formazione degli ExAequo è invece apparsa più concentrata e determinata rispetto al primo incontro arrivando a giocare alcuni round veramente in modo impeccabile e con ottime chiamate e rotazioni di squadra.

Tra il decimo e il quindicesimo round i Mkers hanno avuto un blackout, finendo per regalare quattro giochi ai propri avversari e ritrovandosi nuovamente a cinque lunghezze di distanza, esattamente nella stessa situazione della prima partita su Train.
I Forge hanno saputo approfittare di alcune leggerezze della formazione guidata da Simone “Simoz” Giovannini finendo per andare in fuga con un vantaggio più che rassicurante.

Ma è sul 13-7 che è accaduto davvero qualcosa di inaspettato…
Nel momento dell’avvio di una rimonta che se concretizzata avrebbe rappresentato un durissimo colpo per l’economia mentale e psicologica del Team Forge, il server in lan dell’evento è letteralmente crashato costringendo le due squadre ad una pausa forzata.

La pausa non ha portato assolutamente alcun beneficio ai Mkers che sono finiti per soccombere in altri due e decisivi round, garantendo alla formazione dei Forge la possibilità di ben 7 match point.

Ancora una volta miracoloso Simone “Simoz” Giovannini che nel round decisivo ha eliminato tre avversari e garantendo alla propria squadra ancora diverse possibilità di arrivare a compiere la “remuntada” che per certi versi avrebbe rappresentato un qualcosa di clamoroso sia dal punto di vista sportivo che di spettacolo.
Il Team Forge è apparso negli ultimi round decisamente fuori condizione, forse pago del largo vantaggio ma mai concreto nel chiudere i giochi.

Alla fine a vincere sono sempre i Forge

Nonostante il tentativo di rimonta della formazione dei Mkers, il Team Forge al penultimo tentativo utile è riuscito a chiudere i conti, grazie ad una prestazione straordinaria del capitano Guglielmo “Gugli” Carraro, vero protagonista insieme ad Fabio “Epic” Micheli della vittoria in queste qualifiche valide per la Nazionale Fastweb 2017.
Bisogna comunque rendere il giusto onore alla squadra capitanata da Simone “Simoz” Giovannini che nei momenti di maggiore difficoltà ha dimostrato di poter tirare fuori le unghie per rimanere aggrappata ad entrambe le partite, facendo venire più di qualche brivido alla formazione avversaria grazie a straordinarie giocate individuali.

Con questa vittoria il Team Forge si è regalato la possibilità di vestire la maglia della nazionale Fastweb 2017 di Counter Strike: Global Offensive e difenderà i colori azzurri al 9° eSports World Championship di Busan (Corea del Sud), grazie ad Italian eSports Association.


La formazione titolare che prenderà parte al prossimo mondiale sarà dunque la seguente:

  • Guglielmo “Gugli” Carraro
  • Fabio “Epic” Micheli (2° anno)
  • Riccardo “Kimera” D’urso (2° anno)
  • Pierpaolo “Pier” Fabbri
  • Marco “SparkeR” Forte

Streaming di grande qualità e doverosi ringraziamenti finali

A trasmettere l’intero evento dal vivo su Twitch.tv oltre alla fase di qualifiche online del mese di Settembre sono stati i KnifeRound che hanno impreziosito con la qualità del commento e delle riprese la fase conclusiva di questo torneo di qualificazione valido per la nazionale Fastweb 2017.

Nonostante diversi problemi tecnici ai server durante il giorno della finale della Milan Games Week, i KnifeRound hanno lavorato egregiamente dando il massimo per poter trasmettere l’evento integralmente sul proprio canale ufficiale in diretta esclusiva.
Il commento è stato ad opera di Simone “Akira” Trimarchi e Edoardo “Quit108” Montingelli coadiuvati dalla regia di Alain “Alaa” Antoniazzi e da Simone “Vkings” Larivera che ha svolto il ruolo di conduttore dell’evento.

Infine un ringraziamento speciale ad ASUS Republic of Gamers per l’organizzazione dello stand e per il supporto fondamentale ed infine a Fastweb che ha reso tutto questo possibile.

Ci si vede in Corea del Sud, destinazione Busan, FORZA #azzurriFASTWEB !

 

Comments

comments

Utilizziamo i cookie per offrirti la miglior esperienza possibile sul nostro sito Web Quando utilizzi il nostro sito Web, accetti che vengano trasmessi i cookie sul tuo dispositivo. Maggiori informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close