Category Archives: Hearthstone

ITespa @ VideoGameShow

Un sole riscaldante ha accompagnato i 3 giorni del VideoGameShow, fiera dedicata al mondo del Videogaming, degli Esports e di Youtube tenutasi presso la Mostra d’Oltremare di Napoli lo scorso weekend, organizzata dal Comicon Napoli in collaborazione con ESL italia e ProGaming.

Continue reading

ITeSPA e l’Italia all’8° e-Sports World Championship

L’8° eSports World Championship segna uno dei passi storici per l’eSport e l’Italia c’era! Italian e-Sports Association, rappresentata dal suo presidente Paolo Blasi, grazie alla sponsorizzazione di Personal Gamer e ad un manipolo di associazioni: Dragons Power Gaming, Vault 101 Asd GEC, nbgamer.net, League of Legends Italia, Powned.it, Element Gaming, UBN Service, BattleCraft.it, che hanno creduto in questa occasione, ha potuto rappresentare il tricolore italiano. Siamo di fronte alla prima Nazionale di titoli video-ludici competitivi con atleti tesserati Movimento Sport Popolare Italia (Ente di Promozione Sportiva riconosciuto dal CONI) che ha varcato i confini nazionali: un evento tanto unico quanto raro!
Altro aspetto di alto rilievo è relativo al patrocini dell’8° e-Sports World Championship. Il campionato infatti è inserito all’interno di una manifestazione sportiva conosciuta con il nome di “6TH TAFISA World Sport for All Games” patrocinata dall’UNESCO e dal Comitato Olimpico Internazionale.

img_0689

L’8° e-Sports World Championship si è svolto in Indonesia (Giacarta) tra il 6 e il 9 ottobre 2015 ed ha visto partecipare 31 nazioni differenti e quasi 240 atleti. Tra questi era presente anche una rappresentativa italiana con la Nazionale Personal Gamer (che prende il nome dal Top Sponsor della squadra). Ben 11 “atleti video-ludici” che sono stati selezionati tramite un torneo di qualifica con finali dal vivo ed hanno gareggiato per l’ambito podio. In palio, oltre all’onore di poter essere la Nazionale vincitrice per il 2016/2017, anche 54.000$ come montepremi totale suddiviso tra i tre titoli video-ludici ufficiali: Hearthstone, League of Legends e Counter Strike Global Offensive.

img_0345

Ma prima di entrare nel vivo va fatta una doverosa premessa. Negli ultimi mesi la scena video-ludica competitiva italiana si è rivoluzionata drasticamente, sono sorte molte realtà che mirano a dare maggiore credibilità a quella che si sta definendo come la scena competitiva video-ludica nazionale. Queste associazioni sono formate da manipoli di appassionati, pionieri che stanno gettando le basi per il possibile sviluppo futuro. A loro deve andare tutta la nostra stima e il nostro riconoscimento per aver creduto in un “sogno” che ad oggi in Italia stenta ad affermarsi.

Ma tornando all’8° e-Sports World Championship non posso che partire dall’inizio ossia dal viaggio di andata. Particolarmente lungo (17 ore solo per il volo Milano-Giacarta) ha visto la formazione italiana seguita da un reporter, Simone Milone, inviato direttamente da Personal Gamer che ha potuto seguire passo dopo passo tutto il percorso della Nazionale (allego i video-commento dell’avventura giacartiana in coda all’articolo).

img_0237

L’arrivo non è stato dei più accoglienti con un viaggio in autobus che ha messo in luce la povertà del Paese. Distese di baraccopoli con bambini intenti a giocare tra i rifiuti, macellerie improvvisate all’aperto con scarsissima igiene, acquitrini putridi nei quali venivano sversati liquidi di ogni tipo… scene che non sono state di certo un buon biglietto da visita per la città di Giacarta. Ciò nonostante l’albergo dove si è alloggiati un 5 stelle Grand Mercure Kemayoran a pochi minuti dall’ Ancol Beach City dove si sono svolte le gare. Noto nella città per essere un albergo dell’alta aristocrazia indonesiana e dei VIP televisivi. L’accoglienza in albergo è stata delle migliori con lo staff dell’ International e-Sports Federation che ha provveduto a registrare gli atleti ed invitarli a prender parte alla briefing pre-campionato e all’estrazione dei gironi di qualifica che si sono svolti nel pomeriggio del 5 ottobre a poche ore dal nostro arrivo in Indonesia.

Il primo giorno di gare, il 6 ottobre, all’arrivo all’Ancol Beach City abbiamo notato immediatamente che tutto il clima era molto rilassato e in particolare ci siamo accorti, io e il resto della formazione italiana, immediatamente che vi erano dei seri problemi sulla connessione internet. Purtroppo, dopo la cerimonia di apertura non sfarzosa ma di sicuro impatto, le nostre preoccupazioni peggiori si sono materializzate. Tutta la giornata si è rivelata infruttuosa per le gare con enormi problemi di gestione per le postazioni di gara e per l’accesso ad internet. Solo verso la fine della giornata, io e Simone, ci siamo potuti rifugiare nel “media center” della TAFISA ed avere una seppur minima connessione per comunicare con l’Italia. Durante la cerimonia d’apertura abbiamo avuto la possibilità di rispondere in diretta TV ad alcune domande di un reporter del canale TV Berita SATU che ha voluto cogliere l’esperienza di uno dei giocatori della Nazionale Personal Gamer – League of Legends.

img_0327

 

Il secondo giorno le cose sembravano non migliorar, ad eccezione di Hearthstone e di Zargon che proseguiva le sue partita. Solo dopo la pausa pranzo si è vista la luce con le partite per League of Legends e Counter Strike Global Offensive disputate regolarmente. Il primo di questi due titoli ha visto una fase a gironi impeccabile: tutte le sfide vinte e nessuna sconfitta. Per Hearthstone la situazione non è stata facile le prime due vittorie sno state seguite da due sconfitte e solo alla fine dell’ ultima serie per i girone di qualificazione è passato l’italiano Zargon per la differenza vittorie. Su Counter Strike Global Offensive invece l’esordio è stato dei migliore con un 16 a 1 in favore degli italiani contro la Nazionale della Tunisia. Purtroppo le serie successive sono state contro rappresentative molto più forti e tre pesanti sconfitte non hanno lasciato spazio per superare la fase a gironi.

Il terzo giorno le gare sono proseguite con i playoffs che hanno visto l’eliminazione al primo turno su Hearthstone per Zargon ad opera della Nazionale dell’ Austria, che andrà sul podio come 1° classificato! Per League of Legends invece le speranza divampa con la vittoria per 2 a 0 contro la Nazionale della Romania e tutto si concentra nelle semifinali dove l’Italia incrocia la Corea del Sud, i favoriti del Campionato. Purtroppo la superiorità tecnica dei coreani ha dominato due game relegando l’Italia per la lotta della medaglia di bronzo.

img_0554

Nel quarto e ultimo giorno abbiamo assistito nella speranza che però si è spenta velocemente dopo la prima partita della finale per il 3° posto. Dopo la seconda partita e con il risultato di 2 a 0 regala il 3° posto alla Nazionale della Serbia e relega l’Italia al 4° posto per League of Legends.
Nonostante i risultati non abbiano raggiunto il podio in nessuna specialità ufficiale l’Italia all’ 8° eSports World Championship si piazza in un dignitosissimo 8° posto con un punteggio complessivo di 48 punti.
Quale intermezzo durante la partecipazione all’8° eSports World Championship sono stato invitato quale rappresentante dell’Italia in Indonesia a partecipare ad una cena di gala indetta dal Governatore di Giacarta. È stata l’occasione per stringere la mano del presidente della 6TH TAFISA World Sport for All Games che ha voluto ringraziare di persona tutte le Nazioni rappresentate in Indonesia. Ulteriore occasione per promuovere l’Italia degli Sport Elettronici all’estero.

img_0783
Infine siamo giunti alla cerimonia di premiazione e chiusura dell’ 8° e-Sports World Championship nella quale sono stati ringraziati tutti gli atleti e le delegazioni che hanno partecipato. L’occasione è stata anche quella di rimandare l’appuntamento al 2017 per il 9° e-Sports World Championship con l’augurio che tutto il lavoro svolto in questi anni possa concretizzarsi quanto prima in un riconoscimento atteso da parte di molti.

A conclusione di questa prima esperienza dell’Italia all’ e-Sports World Championship non posso che dirmi soddisfatto di tutto quello che è stato possibile realizzare e di aver potuto rappresentare il tricolore in un contesto che si sta consolidando anno dopo anno. Un grazie a tutti quelli che hanno creduto nella Nazionale Personal Gamer supportando la diffusione delle informazioni e, dulcis in fundo, un sentito grazie al top sponsor Personal Gamer. L’appuntamento passa al 2017 con il 9° eSports World Championship!

img_0683


Tutte le foto ufficiali di ITeSPA

img_0222img_0223img_0229img_0230img_0231img_0232img_0234img_0235img_0236img_0237img_0238img_0240img_0241img_0247img_0252img_0255img_0257img_0265img_0300img_0301img_0327img_0328img_0336img_0345img_0413img_0417img_0421img_0432img_0458img_0488img_0500img_0517img_0518img_0531img_0548img_0549img_0550img_0552img_0553img_0554img_0555img_0556img_0557img_0558img_0560img_0564img_0577img_0586img_0611img_0637img_0666img_0672img_0675img_0677img_0681img_0683img_0685img_0687img_0688img_0689img_0782img_0783img_0784

 

 

Il report video di Personal Gamer per il – Giorno 1

[youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=o3lgGMwONqA” controls=”0″ disablekb=”1″ hd=”1″]


 

Il report video di Personal Gamer per il – Giorno 2

[youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=uWOy89qv56k” controls=”0″ disablekb=”1″ hd=”1″]


 

Il report video di Personal Gamer per il – Giorno 3

[youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=YaqNzFt0pUY” controls=”0″ disablekb=”1″ hd=”1″]


 

Il report video di Personal Gamer per il – Giorno 4

[youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=bJ5oBJHd-eA” controls=”0″ disablekb=”1″ hd=”1″]


 

Il report video di Personal Gamer per il – Giorno 5

[youtube url=”https://www.youtube.com/watch?v=rRuamFvHF88″ controls=”0″ disablekb=”1″ hd=”1″]


 

Il servizio della TV indonesiana:

Intervista a Fabio “Epic” Micheli (Nazionale Personal Gamer – Counter Strike) andata in onda il 4 novembre 2016 alle ore 14:00 su nel TGR Emilia Romagna (dal minuto 16:20): TG Emilia Romagna 

 

 

 

Annunciato il nuovo ciclo di DreamHack 2017!

Il DreamHack è da sempre conosciuto come uno dei tornei di eSports più importanti nel panorama videoludico internazionale, la società organizzatrice, per la gioia dei tantissimi appassionati, ha pubblicato nelle scorse ore il programma per il nuovo ciclo di tornei che prenderanno il via a partire dal gennaio 2017.
La competizione è arrivata già al sesto anno consecutivo e proprio per questo motivo, il DreamHack si rifà il look aggiungendo ben 6 nuove location di gioco e ben 6 tornei aggiuntivi in altrettanti differenti paesi!
Un grande traguardo per la società organizzatrice ma anche e soprattutto, per gli eSports, che a livello internazionale stanno avendo sempre più consenso e riconoscimento da parte degli Stati e dell’opinione pubblica.
Il formato ovviamente rimarrà invariato rispetto agli scorsi anni e sarà possibile partecipare agli eventi anche da amatori, partecipando a tornei per giocatori non professionisti, oppure assistere allo spettacolo dei tornei canonici, ad invito, per professionisti che si svolgeranno negli stessi giorni.
Qui di seguito è riportato il programma ufficiale del nuovo ciclo di DreamHack 2017:
  • DreamHack Leipzig, Germania – 13-15 Gennaio
  • DreamHack Austin, USA – 28-30 Aprile
  • DreamHack Tours, Francia – 6-8 Maggio
  • DreamHack Summer, Jönköping, Svezia 17-19 Giugno
  • DreamHack Valencia, Spagna – 14-16 Luglio
  • DreamHack Atlanta, USA – 21-23 Luglio
  • DreamHack Montreal, Canadá – 8-10 Settembre
  • DreamHack Denver, USA – 20-22 Ottobre
  • DreamHack Winter, Jönköping, Svezia 30 Novembre – 2 Dicembre

Ogni torneo avrà 100.000$ di montepremio, per un totale di ben 900.000$ complessivi.

Purtroppo è assente ancora una volta l’Italia da questo fantastico circuito videoludico competitivo, ma speriamo che il vento anche nel nostro paese possa velocemente cambiare, trascinato dall’onda dell’entusiasmo mondiale per gli eSports.

 

76ers pigliatutto!

Che il mondo NBA fosse attratto dagli Esports è cosa ormai nota; da Rick Fox a Shaq O’Neal, in molti stanno rivolgendo le loro attenzioni verso l’universo videoludico competitivo.
Finora sono state stelle o ex giocatori a portare avanti una multigaming, questo fino a ieri pomeriggio.

Il miglior posto per gli ESports al mondo

IPhiladelfphia 76ers, che a dato i natali a Charles Barkley ed Allen Iverson, ha acquisito due team nordamericani ossia gli Apex Gaming e il Team Dignitas (questi ultimi tra le multigaming più importanti del panorama a stelle strisce) creando cosi una struttura che comprende la quasi totalità dei titoli competitivi presenti in questo momento.
Il nuovo vertice di questa struttura sarà formato dall’ex amministratore delegato della Bioware Greg Richardson, dall’ex proprietario del Team Dignitas Michael “ODEE” O’Dell e dal l’ex manager degli Apex Michael Slan. 
Esso sarà supervisionato dal CEO dei 76ers Scott O’Neil, che alla ESPN ha dichiarato che sarà eccitante investire e recepire nuove risorse in un universo come gli Esports in piena ascesa con un progetto a lungo termine, in modo da costruire quello che sarà un team dominante.

i

A destra Scott O’Neil ai tempi dei Ney Jersey Devils

La nascita della joint-venture non è stata spontanea ma frutto di un lavoro di collaborazione e scambio informazioni iniziato nel 2015, quando Slan, Richiardson e ODEE hanno portato a Philly l’esperienza e la conoscenza di un ambiente nuovo come gli Esports; O’Neil introdurrà la disciplina e lo sviluppo in ambito competitivo di quello che, come definito dallo stesso, il miglior posto al mondo per la crescita e la promozione degli atleti Esportivi.

Newzoo’s Twitch Most Viewed: Agosto 2016

Torna l’appuntamento con la classifica stilata da Newzoo sui titoli più visti sul portale streaming Twitch.

Eventi ESpots: Dota torna in vetta ma Overwatch inizia ad essere temibile
newzoo_top_games_twitch_esport_hours_august-1

Nella classifica dei 10 titoli più visti a livello ESportivo torna in testa Dota2, che approfitta della mancanza di Major in Agosto su CS:GO e delle “sole” finali regionali in League of Legends per balzare in testa.
Risultato generato anche dal The International 6, ossia il mondiale di Dota2, che è stato visto (almeno una volta) da 33 milioni di spettatori con un share pari al 64%
Ma se Dota2 fa la parte del padrone, quella del Leone invece spetta ad Overwatch che, come avevamo già pronosticato nei mesi scorsi, inizia a far sul serio anche grazie alla ESL Atlantic ShowDown, vista da 3.1 milioni con punte del 31% di share, risultato che porta il titolo Blizzard al quinto posto della classifica.
Da segnalare anche il ritorno di giochi “meno popolari” come SMITE e Heroes of the Storm, che si piazzano al nono e al decimo posto.

Assoluta: Entra No Man’s Sky , tonfo Pokemon GO
newzoo_top_games_twitch_total_hours_august

Confermata la vetta per League of Legends, seguito da World of Warcraft che si porta a ridosso del podio, vogliamo però spostare la nostra attenzione su due titoli che nel bene e nel male caratterizzano la classifica assoluta di questo mese.
Pollice in su per No Man’s sky, il survival/adventure della Hello Games che ha ottenuto pareri contrastanti da parte degli addetti ai lavori ma che è stato premiato invece dal popolo di Twitch con un settimo posto (pari a 10.9 milioni di spettatori). Questo risultato, accompagnato al primo posto tra i giochi più acquistati sullo store della Play Station, ne  fanno uno dei titoli “hot” di questo fine 2016.
Pollice in giù invece per Pokemon Go: gia il mese scorso erano sorti dubbi sulle reali potenzialità del titolo della Niantic e alla prova del nove, Pikachu e soci si sono scontrati con la cruda realtà, un drop di dieci posizioni  fino alla numero venti, un flop clamoroso che è stato però compensato dalla leadership nella classifica mensile dei giochi più scaricati per IPhone.